Elenco dei prodotti per la marca Dainese

Fu fondata a Molvena (Vicenza) da Lino Dainese nel 1972, nata come produttrice di pantaloni in pelle per motocross è da anni specializzata nella produzione di abbigliamento protettivo indicato a chi pratica sport, in particolare motociclismo, mountain bike, sci alpino ed equitazione. La società, oltre ad essere fra i leader del settore e aver ricevuto numerosi riconoscimenti per la qualità dei suoi prodotti, ha anche sponsorizzato piloti come Valentino Rossi, Max Biaggi e altri.

Dainese nasce nel 1972 per mano di Lino Dainese, motociclista allora 24enne, ma anche persona curiosa, attratta dall’arte contemporanea e dal design nonché animata da una continua voglia di sperimentare.

Fin dagli albori, l’obiettivo primario del marchio Dainese è sempre stato quello di migliorare e promuovere la sicurezza negli sport dinamici, proponendo soluzioni innovative ed ergonomiche.

Le doti visionarie di Lino Dainese lo portarono inizialmente a unire le competenze tecniche di due distretti italiani in Veneto: quello di Arzignano, che vanta una straordinaria tradizione nella concia delle pelli, e quello di Marostica/Molvena specializzato nella confezione di capi di abbigliamento. Il risultato di questa collaborazione, presentato nel 1974 presso lo showroom aziendale di Milano, introdusse una vivace nota di colore in un mondo allora dominato dal nero, migliorando così la visibilità, e di conseguenza la sicurezza, di tutti i rider; allo stesso tempo aggiunse un tocco di allegria, aumentando sensibilmente il potenziale per gli sponsor.

Sebbene all’epoca non fu esplicitamente dichiarato, l’obiettivo che si celava dietro quelle primissime innovazioni e tutto quello che sarebbe poi seguito era tanto semplice quanto chiaro e ben definito: sostenere al meglio le prodezze di cui è capace il corpo umano per realizzare i sogni concepiti dalla mente umana. Dainese è riuscita a sintetizzare questo concetto in sole tre parole, grazie alle quali siamo ora famosi in tutto il mondo: ispirati dall’uomo.

Questa filosofia ha spianato la strada per la prima tuta tecnica da gara, progettata personalmente da Lino Dainese nel 1975 per una leggenda di nome Giacomo Agostini, 15 volte campione del mondo. Questa tuta segna l’inizio della rivoluzione firmata Dainese, introducendo concetti del tutto inediti come l’ergonomia migliorata, il maggior spessore della pelle e la grafica distintiva.

Segue una serie ininterrotta di innovazioni con l’obiettivo di incrementare non solo la sicurezza ma anche le prestazioni dei motociclisti: ecco perché i prodotti Dainese sono stati adottati da un numero così elevato di campioni del mondo.

La pietra miliare successiva fu il paraschiena, indossato per la prima volta in gara da Barry Sheene nel 1978, seguita dallo slider, la protezione rigida del ginocchio, originariamente progettata per il campione americano Kenny Roberts nel 1980. A ruota seguirono la gobba aerodinamica sulla schiena (1988), le protezioni composite (1990), i guanti con inserti rigidi di carbonio e kevlar (1995), gli stivali con scafo di carbonio e kevlar nonché gli stivali da infilare sotto la tuta anziché esternamente (1988), un’innovazione di cui l’ambasciatore più conosciuto è ancora oggi Valentino Rossi.

Finora abbiamo parlato solo di guida in pista e su strada. La visione di Dainese ha trasformato anche l’esperienza in fuoristrada, con innovazioni destinate alle competizioni che si corrono ad altissima velocità: i Rally Africani. La più nota sono le protezioni ottenute mediante stampaggio a iniezione a caldo, un procedimento che unisce pelle, schiume poliuretaniche e una conchiglia rigida in un unico insieme. Questa tecnologia, introdotta in anteprima sugli iconici completi del campione Edi Orioli, ha fissato nuovi standard di riferimento in materia di sicurezza e comfort off-road.

L’innovazione forse più complessa in assoluto è rappresentata dal sistema airbag D-Air®, che esordisce ufficialmente al Salone Intermot di Monaco del 2000 dopo un’intensa attività di ricerca e sviluppo, ma la cui idea nasce da un disegno di Lino su un tovagliolo di carta nel 1995. Oggi è un brand nel brand e un prodotto salva-vita di grande successo sia su strada che in pista.

L’impegno e la dedizione di Dainese in materia di prestazioni e sicurezza sono sempre stati così forti da espandersi inevitabilmente anche al di fuori del motociclismo, fino ad abbracciare il mondo delle biciclette, dello sci, dell’equitazione e, in ultimo, della vela.

Nel 2007 l’azienda ha coronato il sogno originale di Lino (“Protetti dalla testa ai piedi”) con l’acquisizione della AGV, società italiana rinomata a livello mondiale per la produzione di caschi per motociclisti.

Il Gruppo Dainese ha beneficiato di un significativo investimento nel 2015, quando la Investcorp, una società leader a livello mondiale che fornisce e gestisce prodotti per investimenti alternativi, ha rilevato una quota pari all’80% per promuovere la propria costante espansione a livello internazionale e l’innovazione dei propri prodotti.

Sempre nel 2015, il Gruppo ha acquisito il marchio POC, legato alla sicurezza nel mondo dello sci e del ciclismo.

Questo percorso, lungo 45 anni, prosegue anche nel 2017, alla continua ricerca di innovazioni sul fronte delle prestazioni e della sicurezza negli sport dinamici, al fine di promuovere i valori che distinguono da sempre il Gruppo Dainese e la sua fama per l’eccellenza comprovata nelle competizioni e nell’uso quotidiano. Una reputazione fondata sulla leadership in materia di creatività, competenza tecnica e coraggio pionieristico e portata avanti con il carattere esuberante di un vero appassionato.

Registra Nuovo Account

Hai già un account?
Accedi oppure Resetta la password